telephone

Storia


La Regina Vittoria di Inghilterra

La Regina Vittoria di Inghilterra

Regina Vittoria nata il 24 maggio 1819 a Londra, precisamente nell’Isola di Wight, fu dal 20 giugno 1837 Regina del Regno Unito e dal 1876 Imperatrice d’India, fino alla sua morte. Il suo regno durato quasi 64 anni è il più lungo di tutta la storia britannica ed è anche conosciuto come “epoca vittoriana”. Questo regno ha visto una grande espansione dell’Impero Britannico e tanti cambiamenti economici, sociali e tecnologici nel Regno Unito.

 EPOCA VITTORIANA

Figlia di Edoardo duca di Kent (quarto figlio di Giorgio III) e di Vittoria Maria Luisa di Sassonia-Coburgo-Saalfeld, Alexandrina Victoria (il suo nome di nascita), fu designata alla successione dallo zio Guglielmo IV, perché non aveva figli, così all’età di 18 anni, salì al trono.
Suo consigliere personale per quanto riguarda le faccende di Stato, fu il primo ministro Lord Melbourne, capo dell’ala del Partito whig, trasformato più in là nel Partito liberale.

VITTORIA E IL PRINCIPE ALBERTO

Nel 1840 la Regina Vittoria, sposa Alberto, principe di Sassonia-Coburgo-Gotha, anche se il matrimonio fu organizzato per ragioni di stato, la loro unione fu molto felice e dalla quale nacquero 9 figli. La primogenita fu Vittoria Adelaide Maria Luisa, diventata più tardi regina vittoriaimperatrice di Germania, invece il primo maschio fu Alberto Edoardo, che salì al trono con il nome di Re Edoardo VII.
Le idee conservatrici del principe Alberto, influenzarono molto le idee politiche della regina Vittoria, infatti i suoi entusiasmi per il Partito whig andarono scemando e quando nel 1841 il governo di Melbourne cadde, la regina divenne una grande sostenitrice del Partito conservatore. Nello stesso periodo mise in discussione la consuetudine che limitava il ruolo della monarchia ad una funzione consultiva, scontrandosi in questa maniera con la posizione più tradizionalista di Lord Palmerston, ministro degli Esteri. I loro contrasti raggiunsero l’apice nel 1851, quando il primo ministro Lord Russell, a cui non piacevano i metodi di Palmerston, lo rimosse dalla carica.
Alberto, che nel frattempo aveva ricevuto il titolo di “principe consorte”, nel 1861 muore e la regina ne fu talmente addolorata, che portò il lutto per tutta la sua vita. Infatti inizia ad evitare le uscite in pubblico, delegando il figlio Edoardo di presenziare tutte le cerimonie ufficiale al posto suo, ma continuò lo stesso ad interessarsi personalmente delle questioni di Stato.
Il leader del Partito conservatore ed anche più volte primo ministro, riuscì a guadagnarsi la piena fiducia della regina Vittoria e la sua politica verso l’espansione ed al consolidamento dell’impero britannico, ottenne l’approvazione reale.
Attraverso una legge di Disraeli, nel 1876 la regina Vittoria, ricevette anche il titolo di imperatrice delle Indie, fino alla sua morte.
I rapporti del leader del Partito liberale e primo ministro fra il 1868 ed il 1894, William E. Gladstone, furono molto contrastanti con la regina Vittoria, la quale si dichiarò contraria a diverse sue iniziative, tra le quali la proposta di autonomia per l’Irlanda e la legalizzazione dei sindacati.
Negli ultimi vent’anni del suo regno, la popolarità della regina Vittoria, ottenne sempre maggiori consensi presso tutte le classi sociali. Tra il 1899 ed il 1902, con il suo sostegno alla guerra boera, accrebbe il suo seguito sia in patria e sia all’estero.

Considerata da tutti un esempio di moralità, onestà, dedizione alla famiglia e patriottismo, la regina Vittoria fu il simbolo della solidità di tutto l’impero britannico.
Muore il 22 gennaio 1901, all’età di 82 anni, con la stessa classe ed eleganza con cui ha improntato la sua vita. Ormai stanca e malata, ma sempre indomita, fa un giro in carrozza nei boschi di Osbourne e cullata dal dondolio della carrozza mentre ammira il bellissimo paesaggio, si addormenta e non si sveglierà più.
Il suo regno chiamato anche “età vittoriana”, durato quasi 64 anni, fu un regno pieno di prosperità, dalla quale ne beneficiò soprattutto la classe media.
Alla morte della regina Victoria il suo trono era assicurato per tre generazioni.
I suoi 9 figli ( non si era risparmiata nemmeno come madre) le diedero 35 nipoti e tra questi il futuro Imperatore di Germania, la zarina di Russia, le Regine di Grecia, di Norvegia, di Romania, di Spagna con discendenti regnanti anche in Danimarca, Svezia, Jugoslavia,... influenzando le sorti dell Europa e del Mondo intero.
Con Victoria e l' Età Vittoriana, cambio radicalmente l' Immagine della Monarchia Inglese ed è grazie a Lei che ancora oggi i suoi discendenti sono amati dal popolo e presi ad esempio in tutto il Mondo.
L' Epoca Vittoriana, il 1800 in Inghilterra, significo innanzitutto uno stile di vita, ben caratterizzato in un periodo durante il quale l' Inghilterra raggiunse il suo massimo come potenza mondiale.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi articoli inseriti

Search

Cerca hotel

Check-in

Check-out

Search

Chi siamo

Siamo London Europe Service una delle prime organizzazioni italiane nate negli anni 90 a Londra e cresciute nell' era di Internet. Grazie alla collaborazione di professionisti specializzati in diverse materie siamo in grado di offrire servizi per privati che arrivano a Londra e imprese che vogliono entrare nel mercato Inglese

about bottom

Contatti

Contatti & Marketing

Telephone IT : +39 3471098290
Telephone UK : +44 7958184874
Email : londonservice@yahoo.it

 

London Europe Service LTD
116, King's Cross Road 
London WC1X 9NH

by appointment only
Monday to Friday: 10am to 7pm
Saturday and Sunday: Closed