telephone

Cosa vedere


Il Museo di Storia Naturale

Il Museo di Storia Naturale

Si tratta di uno di quei musei che sono belli da vedere, non solo dentro per quello che contengono, ma anche fuori.
Arrivando dalla fermata da Gloucester Road o uscendo dalla vicinissima stazione di South Kensington, si rimane colpiti dalla bellezza del palazzo che ospita il Museo di Storia Naturale.

Il Museo di Storia Naturale si trova a Kensington ed è uno dei più grandi di Londra, un vero e proprio centro del sapere, dove attraverso esposizioni, postazioni interattive, laboratori, mostre tematiche e supporti audiovisivi, educa, informa ed incuriosisce tutti i visitatori, i bambini inoltre vengono coinvolti facendoli diventare per un giorno, dei piccoli esploratori. Il Museo ospita oltre 70 milioni di reperti divisi in cinque principali collezioni, quali: entomologia, paleontologia, zoologia, entomologia e botanica, oltre ad un milione fra manoscritti e libri.
Il Museo ha due entrate quella principale è la più affollata, ma ne vale la pena perché più spettacolare, invece l’entrata secondaria è più piccola e spesso non necessita di fare la fila. L’ingresso è gratuito, solo per entrare in alcune stanze dove si tengono delle mostre temporanee, si deve pagare.
Entrando dall’ingresso principale innanzitutto si ha la meravigliosa vista della facciata dell' edifivcio in terracotta alta 205 mt che risale al 1870, costruito da Alfred Waterhouse, su richiesta di Richard Owen, sovraintendente dei dipartimenti di Storia Naturale del British Museum.  Il trasferimento dal British Museum all’attuale sede, fu fatto nel 1881 e richiese più di un anno di tempo.
La maggiorparte della collezione proviene da un lascito di Hans Sloane al British Museum.
Entrati al museo già iniziano sorprese spettacolari: si viene subito colpiti dallo scheletro di dimensioni reali ( 25 mt), di un diplodocus, ( il simpatico Dippy) quasi a dare il benvenuto.
La sala è meravigliosa e le pareti ( ampie navate) sono decorate con animali e piante modellati nella terracotta.

SEZIONI DEL MUSEO DI STORIA NATURALEIl

Museo si divide in 4 piani, oltre 33 sale espositive divise in 4 zone, quali: zona rossa, zona verde, zona blu e zona arancione.

La zona blu si occupa della diversità della vita esistente sul nostro pianeta, approfondendo gli argomenti su pesci, anfibi, dinosauri, rettili, mammiferi e sulla biologia umana.

Quì ci sono i dinosauri tanto amati dai bambini, con un grande robot di Tyrannosaurus Rex, nella parte finale del percorso. Piace molto anche la sezione dedicata ai mammiferi, con riproduzioni in grandezza reale e  tanti animali imbalsamati, tra cui la grande balena blu, orsi, leoni, tigri,....
La zona rossa è dedicata allo studio del pianeta e cioè sull’origine del pianeta, sul posto che occupa nell’universo e sulle sue frequenti trasformazioni.
La zona verde invece si concentra sulla vita, sul pianeta, sull’ambiente e sull’evoluzione, ospitando fossili marini, rettili, uccelli, meteoriti e minerali.

Quì "piace" in maniera particolare la Creepy Crawlies, la sala delle creature raccapriccianti: insetti per tutti i gusti e ragni da far paura! ( Vietato l' ingresso a chi sofre di aracnofobia!)
Si può vedere anche una colonia di formiche tagliafologlie ( queste vive e vegete!).

Sempre in questa zona verde,  c'è una interessante galleria ( Ecology) dove sono trattati argomenti riguardanti l' ecologia ( ( catena alimentare, riciclaggio, effetto serra,...
Sempre quì c'è una sezione dedicata ai Minerali con tutta una serie di vetrine contenenti centinaia di minerali fino a trovare una stanza buia chiamata la Volta dove si trovano rocce uniche e molto preziose; un meteorite proveniente da Marte, uno smeraldo grezzo tra i pià grandi del mondo, una peipta d'oro del peso di 5 q, e la famosa Stella del Sudafrica, scoperta nel 1869, in seguito alla quale, incominciò la corsa ai diamanti in Sudafrica.
All' ultimo piano potete trovare una parte del tronco di una sequoia gigante che ormai ha più di 1300 anni.
La zona arancione ospita il Wildlife Garden, aperto da aprile ad ottobre. Qui vengono illustrati i diversi habitat tipici della pianura inglese e dal 2009 ospita anche il grande Centro Darwin, dove ci sono oltre 17 milioni di insetti ed oltre 6 milioni di piante.

L' edificio del Centro Darwin è un enorme bozzolo, protetto da una struttura di vetro.
Quì ci sono più di 200 scienziati che studiano e lavorano e che, su richiesta possono spiegare in cosa consiste la loro opera di ricerca.

La Zona Rossa è ugualmente molto interessante, con le costellazioni e il sistema solare sulle pareti e una zona , il The Power Within, che espone materiali e informazioni approfondite sui vulcani e i terremoti. Quì si trova anche il simulatore del terremoto di Kobe , 1995 in Giappone.
Molto interessante in questa zona anche la sezione From The Beginning, dove è illustrata la storia della Terra dal Big Ben a oggi. Stesso discorso vale per la sezione Earth Today and Tomorrow, dove si parla della bitudini di oggi che portano l' uomo a distruggere le risorse naturali che abbiamo a disposizione, con temi importanti quali l' inquinamento e simili.

Un parere personale mi porta a dire che il Museo di Storia Naturale, è assolutamente da vedere, in modo particolare se averte dei figli che ancora vanno a scuola. Ovviamente le sale sono tutte da visitare, ma se avete fretta e dovete scegliere, quelle da non perdere assolutamente sono la Galleria dei dinosauri, dove sono esposti gli scheletri di stegosauro, di triceratopo e tantissimi altri, oltre ad una riproduzione animata e divertente per i più piccoli dello spaventoso Tyrannosaurrus Rex, con ruggito e colpetto di coda.
Altre sale da non perdere sono quella dell’Ecology Gallery, dove si può ammirare la foresta pluviale illuminata dalla luna, la sala degli uccelli dove c’è esposto l’ormai estinto esemplare di dodo, la sala della balconata dei mammiferi dove sono esposti un rinoceronte bianco, un dugongo ed un elefante indiano. Imperdibile anche la sezione dedicata alle illusioni e  percezioni ottiche, che illustra la relazione che c’è tra la conoscenza e la vista; da fare anche il suggestivo viaggio al centro della Terra.
Il Museo di Storia Naturale non è solo un semplice museo, ma è anche un centro di ricerca con laboratori e biblioteche specializzate, dove lavorano ricercatori e scienziati per studiare, conservare, catalogare e proteggere, ogni aspetto del mondo naturale.

ORARIO VISITE MUSEO STORIA NATURALE DI LONDRA

Il museo è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.50, Ingresso libero
Metropolitana più vicina South Kensington, Altra Gloucester Road ( girare a destra su Cromwell road)

 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi articoli inseriti

Search

Cerca hotel

Check-in

Check-out

Search

Chi siamo

Siamo London Europe Service una delle prime organizzazioni italiane nate negli anni 90 a Londra e cresciute nell' era di Internet. Grazie alla collaborazione di professionisti specializzati in diverse materie siamo in grado di offrire servizi per privati che arrivano a Londra e imprese che vogliono entrare nel mercato Inglese

about bottom

Contatti

Contatti & Marketing

Telephone IT : +39 3471098290
Telephone UK : +44 7958184874
Email : londonservice@yahoo.it

 

London Europe Service LTD
116, King's Cross Road 
London WC1X 9NH

by appointment only
Monday to Friday: 10am to 7pm
Saturday and Sunday: Closed